16 Luglio 2019
[]

COS'E' IL NORDIC WALKING

Tradotto in italiano “Camminata Nordica ”ed è la nuova disciplina sportiva che sta velocemente conquistando tutto il nostro paese e non solo.
E’ nato in Finlandia tanti anni fa inizialmente come preparazione degli atleti dello sci di fondo durante il periodo estivo – autunnale. Successivamente (1997) viene perfezionato e sviluppato in un vero e proprio esercizio di fitness da parte di uno studente finlandese. In Italia muove i primi passi in Alto Adige nel 2003 espandendosi rapidamente in tutte le altre regioni italiane; nel 2008 nasce la scuola italiana.
In cosa consiste: nel camminare con bastoncini appositamente sviluppati per questa attività, come elemento funzionale e non come semplice appoggio. Di fatto è una variazione della camminata tradizionale mantenendo la fluidità del movimento.
Il principio fondamentale di questa nuova disciplina: è quello di offrire un modo facile, naturale e molto efficace, indipendentemente dall'età, dal sesso o dalla preparazione fisica, di migliorare - tonificare la muscolatura del corpo tramite il coinvolgimento della maggior parte dei muscoli, circa 85% ( quando si applica la tecnica corretta). Apporta tutta una serie di benefici che vanno dal miglioramento della forma fisica , all’ ottimizzazione dell’attività cardiaca, al consumo dei grassi, equilibrio posturale, elasticità articolare, estetica e scioglie le contrazioni spalle/ nuca.
icona relativa a documento con estensione  
Dimensione: 4,00 KB
Il suo punto di forza
si può praticare in qualunque posto in città , sulla spiaggia, nei parchi, nelle palestre e sui sentieri di montagna basta che non superino la pendenza dell’ 8%, altrimenti il gesto tecnico non potrà essere eseguito correttamente.
E’ indirizzato a: tutti coloro che hanno voglia di rimettere in movimento il corpo, agli atleti, a tutte quelle persone che hanno problemi di salute : obesità ,diabete, mal di schiena. Inoltre, a chi deve riprendere la deambulazione dopo un evento traumatico, potrà riacquisire stabilità, sicurezza e sensibilità dell’appoggio del piede.
Cosa serve: un paio di scarpe ginniche, un abbigliamento sportivo adeguato alla stagione e gli appositi bastoncini.
La giusta tecnica: per avere i benefici sopra elencati è fondamentale frequentare un corso base di cinque lezioni di 90 minuti l’una . La Scuola Italiana Nordic Walking sviluppa l’insegnamento tramite la metodologia delle " 5 Fasi": rilassamento e recupero della camminata naturale - tecnica alternata e sviluppo coordinativo - elementi posturali - respirazione - tecniche avanzate, sistema facile e piacevole che permette agli allievi di apprendere nel migliore dei modi questa disciplina con gioia ed entusiasmo.
Chi lo può insegnare : tutti gli istruttori certificati dalla Scuola Italiana Nordic Walking .
I Benefici
Il Nordic Walking può essere a ragione considerato una delle attività sportive (alla portata di tutti) più complete in assoluto. Adottando una tecnica corretta si riesce ad avere un elevato coinvolgimento muscolare ed un efficace lavoro cardiocircolatorio ottenedo enormi benefici per la propria salute:
Scioglie le contrazioni nella zona delle spalle e della nuca (zona cervicale) Permette un cosnumo energetico superiore rispetto alla camminata senza bastoncini.
Si ottiene un coinvolgimento maggiore della nostra muscolatura .
Ritarda il processo di invecchiamento
Stimola l’eliminazione degli ormoni originati dallo stress
Aumenta la frequenza cardiaco di 10-15 pulsazioni al minuto rispetto alla camminata tradizionale alla stessa andatura. Genera quindi una buon esercizio cardiocircolatorio
Rinforza il sistema immunitario
Migliora la postura e favorisce la mobilizzazione della colonna vertebrale.

Benefici del Nordic Walking
Secondo studi dell'Istituto americano di medicina sportiva “Cooper” di Dallas (Texas) quando il Nordic Walking viene svolto con la giusta tecnica i benefici sono evidenti e indiscussi: la pratica del Nordic Walking offre la possibilità di sviluppare tutte le principali qualità motorie: resistenza, forza, mobilità e coordinazione, e, se esercitata in versione sportiva, anche la velocità:
• E' più efficace nella misura del 40-50% rispetto al Walking senza bastoncini; infatti richiede un enorme consumo di energia in virtù dell'elevato coinvolgimento muscolare: 90% vale a dire circa 600 muscoli !
• Alleggerisce il carico sull'apparato motorio durante il movimento salvaguardando maggiormente le articolazioni di caviglie e ginocchia, aiutando a migliorare la mobilizzazione della colonna vertebrale, la flessibilità e la mobilità delle articolazioni;
• Rieducazione funzionale e posturale, miglioramento della postura;
• Riduce la tensione muscolare come lombalgia acuta e scoglie le contrazioni nella zona delle spalle e della nuca (cervicale);
• Prevenzione dell'osteoporosi e artrosi: lo sforzo moderato e costante stimola la capacità delle ossa di assimilare il calcio e produce sostanze come l'elastina e il collagene che formano le cartilagini;
• Buon allenamento cardiocircolatorio, di conseguenza buona resistenza aerobica: incremento e consumo di ossigeno ne è la conseguenza;
• Ottimo lavoro per la funzione di pompa al fine di avere un buon ritorno venoso a livello di irrorazione sanguigna della gamba intera;
• Rende più stabile la pressione arteriosa e migliora l'elasticità dei vasi sanguigni e si ristabiliscono i valori dei trigliceridi e del colesterolo;
• Promuove l'attività metabolica, aiuta a bruciare i grassi più rapidamente e aiuta a mantenere il giusto peso corporeo;
• Rinforza il sistema immunitario e stimola l'eliminazione degli ormoni originati dallo stress: il nostro corpo libera delle sostanze, le endorfine e le serotonine, capaci di contrastare l'ansia e la depressione!
• Freschezza mentale e psiche stabile: il movimento è utile al cervello perché il centro di comando ha bisogno di ossigeno per funzionare! Più ossigeno per il cervello significa anche maggiore attività delle cellule. Aumenta la capacità di concentrazione, migliora la prontezza di riflessi: il cervello funziona più a lungo su un livello elevato, la capacità di apprendimento migliora. In un cervello attivo aumenta la formazione di connessioni neurali: le autostrade delle informazioni nel centro di comando che determinano la potenza di calcolo e la capacità di memoria di quel perfetto computer alloggiato nel nostro corpo. La coordinazione incrociata aumenta la creatività.
• Contatto con la natura garantito dalla possibilità di “camminare all'aria aperta” durante tutto l'anno ed ovunque:
• Socializzazione favorita dal contatto con altre persone unite dallo stesso interesse per il benessere e l'attività fisica.
In buona sostanza, praticando il Nordic Walking il corpo lavora di più, ma la fatica si sente meno: l'impiego dei bastoncini distribuisce a tutto il corpo il carico e riduce la sensazione di affaticamento. Da vari anni ormai in Finlandia, Germania, Svizzera, Austria e Belgio si è iniziato a proporre il Nordic Walking anche a persone in convalescenza, con problemi fisici generali o con limitazioni di movimento, come fisioterapia: i primi dati sono incoraggianti in quanto a miglioramento della condizione fisica e dell'accorciamento dei tempi di recupero.
Non resta che augurarsi che il positivo “virus del Nordic Walking” contagi non solo gli atleti ma soprattutto i numerosi, i troppi, sedentari incalliti, e i tanti ragazzi giovani di oggi che non praticano nessunissima attività sportiva, di avvicinarsi ad una pratica motoria che, priva di particolari controindicazioni, offre vantaggi accessibili e apprezzabili.


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]